Lampada di Volta

Lampada di Volta
11/06/2018 Redazione
E.CO educational

Conosciuto da molti per la pila, Alessandro #Volta fa un’altra scoperta molto importante: il gas #metano.
Nel 1776, nelle acque stagnanti di San Colombano al Lambro (Mi), viene scoperta una sorgente di “acqua infiammabile” e a Volta viene chiesto di studiarla. Lo scienziato osserva che nelle paludi riposano resti vegetali e animali, da qui capisce che si tratta di “aria” di origine organica e la chiama “aria infiammabile nativa della paludi”, oggi meglio conosciuta come metano.
Suggerisce in seguito, di sostituire l’olio combustibile per le lampade con questo gas delle paludi. Nascono così le lampade di Volta, dette anche “lampade perpetue” che anticiperanno l’illuminazione a gas.
Verso la fine del Settecento l’apparecchio viene ulteriormente perfezionato da altri scienziati tedeschi facendolo diventare uno dei sistemi più rapidi ed efficaci per produrre il fuoco o semplicemente per disporre di una fonte di luce.
#ECOeducational #LampadadiVolta #fisica #luce

E.CO educational
Caricando...