PROTAGONISTI DEL MONDO GREEN. Intervista ad Andrea Mullineris di iGreenGadgets.it. copia di

PROTAGONISTI DEL MONDO GREEN. Intervista ad Andrea Mullineris di iGreenGadgets.it. copia di
17/12/2020 Redazione

Ogni mese E.CO intervista per voi un protagonista del mondo della sostenibilità, che ci parla del suo settore green, ci svela una sua personale abitudine eco-friendly ma anche un suo eco-proposito!
È uno spazio per condividere informazioni e consigli con chi la sostenibilità la vive ogni giorno!

1) BUONGIORNO ANDREA, PARLACI DI iGreenGadgets.it, DI CUI TU SEI CO-FOUNDER.

L’idea di iGreen Gadgets è nata nel 2008 quando, dopo il percorso universitario in economia degli scambi internazionali, ho avuto modo di collaborare con una piccola realtà che si occupava di vendere posacenerini portatili per sensibilizzare il grande pubblico a non buttare i mozziconi per terra, soprattutto in ambienti boschivi, dove la pericolosità di creare incendi durante i periodi più caldi era, ed è tuttora, un problema non risolto.
Dal 2008 ad oggi l’impegno nello sviluppare e trovare sempre nuove soluzioni, capaci di sensibilizzare il pubblico alle tematiche ambientali coniugando creatività e comunicazione non si è mai fermato, nonostante la carriera nel settore digital che ho intrapreso poco dopo.
Nel 2016, durante un’esperienza di lavoro a Berlino, ho deciso di scommettere sul progetto iGreen che mi sono sempre “portato nel cuore”, ritornando in Italia e dedicandomici al 100%.

2) SVELACI UNA TUA PERSONALE ECO-DRITTA, COME UNA TUA ABITUDINE ECO-FRIENDLY O UN PROGETTO GREEN CHE VORRESTI SUGGERIRCI.

La mia personale eco-dritta è sicuramente quella di pensare agli scarti, ai rifiuti, come a delle risorse, e non come ad uno spreco o a qualcosa di “brutto e cattivo” da nascondere sotto terra. Dobbiamo prendere esempio dalla natura stessa dove ogni elemento di scarto ha un compito e rappresenta una risorsa. In natura infatti non esiste il concetto di rifiuto, né tanto meno quello di spreco ma solo di materia che si trasforma. Se ad esempio si pensa ad un albero, le foglie quando non servono più cadono a terra e diventano un nutrimento fondamentale per tutti quegli organismi, come insetti e lombrichi, che attraverso la loro attività rigenerano il suolo dando nuovo nutrimento allo stesso albero. Un altro “prodotto di scarto” dell’albero è l’ossigeno che diventa per noi una risorsa fondamentale senza la quale non potremmo vivere. La natura ha inventato l’economia circolare molto prima di noi.
Un progetto green che vorrei proporvi è un progetto ludico ed educativo per insegnare ai più piccoli a fare la raccolta differenziata. Come? Attraverso un oggetto chiamato OVETTO. Pensate ad ovetto come ad un oggetto divertente, colorato, creativo e personalizzabile, con cui i bambini possono giocare, facendolo ruotare su se stesso e utilizzando lo schiaccia bottiglie nella parte alta. Pensate poi di legare l’oggetto ad un brand o a un prodotto molto amato dai più piccoli, come ad esempio l’ovetto kinder!
Il bambino, finito di mangiare l’ovetto kinder, inserisce gli scarti negli scomparti colorati appositi per la plastica, per la carta e per l’alluminio, il tutto giocando con l’ovetto.

3) E INVECE UN TUO ECO-PROPOSITO? UN’ABITUDINE O SCELTA SOSTENIBILE CHE VORRESTI REALIZZARE IN FUTURO?

Il mio eco-proposito è sicuramente quello di sensibilizzare una platea più ampia possibile, di convincere un numero sempre maggiore di persone all’importanza del pensare al consumo in modo differente. Però attenzione, non mi riferisco al pensare che consumare meno sia l’obiettivo, il punto di arrivo, ma di pensare al consumo in modo circolare, prendendo proprio esempio dalla natura, dove tutte le risorse svolgono/hanno un compito successivo capace di dar vita a qualcosa di utile.

Per visitare il sito di iGreen Gadgets clicca qui.

Grazie Andrea!

E.CO, l’energia gentile

Caricando...