PROTAGONISTI DEL MONDO GREEN. Intervista a Massimiliano Nardi di Nardi Mobili

PROTAGONISTI DEL MONDO GREEN. Intervista a Massimiliano Nardi di Nardi Mobili
25/02/2021 Redazione

Ogni mese E.CO intervista per voi un protagonista del mondo della sostenibilità, che ci parla del suo settore green, ci svela una sua personale abitudine eco-friendly ma anche un suo eco-proposito!
È uno spazio per condividere informazioni e consigli con chi la sostenibilità la vive ogni giorno!

1) BUONGIORNO MASSIMILIANO, PARLACI DI NARDI MOBILI, DI CUI TU SEI AMMINISTRATORE.

Nardi Mobili in Cartone nasce nel 2012 e fin dall’inizio si pone un obiettivo chiaro: fornire soluzioni d’arredo che siano al tempo stesso innovative, altamente personalizzabili, ma soprattutto sostenibili. Realizzare mobili e allestimenti in cartone ha infatti numerosi vantaggi a livello ambientale: innanzitutto si ha un notevole risparmio di materie prime (rispetto ai tradizionali mobili in legno il consumo di cellulosa è in media del 70-90% in meno); il cartone che utilizziamo proviene da aziende certificate FSC ed è costituito al 30% da materiale riciclato e al 100% da materiale riciclabile. Stiamo parlando inoltre di un materiale composto solamente da amidi naturali (patate, mais e piselli) e fibra di cellulosa, quindi niente colle nocive e sostanze tossiche, in particolare niente emissioni di formaldeide. Ad abbattere le emissioni di anidride carbonica ci sono poi i ridotti costi energetici (nel costruire un mobile in cartone rispetto a uno in legno si consuma fino all’80% in meno di energia, sia per la produzione del materiale, sia per la sua lavorazione) e la semplificazione della logistica, vista la leggerezza e la facile trasportabilità di queste soluzioni. Tutto parte quindi dalla necessità di fare qualcosa di concreto per contrastare i drammatici cambiamenti climatici che abbiamo tutti sotto gli occhi. Al tempo stesso però ci prendiamo tutto il bello del cartone sotto molti altri aspetti: a dispetto di quel che si possa credere infatti il cartone è un materiale sì leggero, ma anche molto resistente ai carichi e all’umidità. Consente inoltre la realizzazione di soluzioni d’arredo che vadano incontro a qualsiasi esigenza del cliente e i nostri tecnici sono in grado di realizzare progetti “su misura”: abbiamo iniziato la nostra attività con l’arredamento per ufficio, passando poi alla realizzazione di stand, eventi e allestimenti per spazi commerciali, per non parlare di settori in grande crescita come la distribuzione automatica e l’home-staging. Dallo scorso anno abbiamo infine realizzato anche una serie di prodotti pensati per contrastare la pandemia di Covid19 che sta flagellando il pianeta: abbiamo creato separé, divisori, pannelli e colonnine per la distribuzione di gel igienizzante, sempre costruiti in cartone ovviamente (che tra le tante virtù ha anche quella d’essere una superficie su cui il virus decade rapidamente). Insomma, il cartone si presta ad essere trasformato in molteplici soluzioni e, grazie alla professionalità dei nostri designer e alle moderne tecnologie di stampa e di lavorazione, non ci sono davvero limiti alla creatività. Se volete saperne di più sui nostri mobili in cartone potete visitare il nostro sito qui.

2) SVELACI UNA TUA PERSONALE ECO-DRITTA, COME UNA TUA ABITUDINE ECO-FRIENDLY O UN PROGETTO GREEN CHE VORRESTI SUGGERIRCI.

La mia eco-dritta è puramente letteraria: vi consiglio infatti di leggere quanto prima due libri di Jonathan Safran Foer. È un autore noto soprattutto per i suoi romanzi (cito tra tutti i bellissimi “Ogni cosa è illuminata” e “Molto forte, incredibilmente vicino”), ma di recente ha dedicato il suo lavoro alla scrittura di due saggi sul cambiamento climatico. Si intitolano “Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?” e “Possiamo salvare il mondo, prima di cena. Perché il clima siamo noi” e sono entrambi editi da Guanda. Li trovo due libri di grande importanza perché con contenuti semplici, ma al tempo stesso molto documentati, ci fanno capire quanto sia grave l’attuale crisi ecologica e come tutti, nel nostro piccolo, possiamo far qualcosa per evitare il disastro ambientale.

3) E INVECE UN TUO ECO-PROPOSITO? UN’ABITUDINE O SCELTA SOSTENIBILE CHE VORRESTI REALIZZARE IN FUTURO?

Al momento stiamo lavorando a due progetti che vogliamo siano la nostra sfida per il 2021: come prima cosa puntiamo a riutilizzare tutti i nostri scarti di produzione per la realizzazione di materiali protettivi e riempitivi per l’imballaggio, nell’ottica di un’economia circolare dove la parola “spreco” non abbia più spazio. Il secondo progetto che stiamo sviluppando è un catalogo di prodotti pensati appositamente per i bambini: questo è un settore in cui crediamo molto, perché è un mercato purtroppo dominato dalla plastica ed è ora che lo si faccia ritornare a materiali a basso impatto ambientale. In più c’è un aspetto etico-educativo, perché insegnare l’importanza della sostenibilità fin dalla tenera età è la chiave per puntare su un futuro migliore.

Grazie Massimiliano!

E.CO, l’energia gentile

Caricando...