SMART MOBILITY IN EMILIA ROMAGNA

SMART MOBILITY IN EMILIA ROMAGNA
05/03/2021 Redazione

E’ online il rapporto sulla Smart Mobility in Emilia Romagna (ITL e Deloitte) che fotografa una situazione regionale dinamica e in crescita.

I veicoli elettrici al giorno d’oggi rappresentano un elemento fondamentale per la sostenibilità ambientale, con il progressivo superamento dei motori endotermici.

Secondo il rapporto pubblicato, gli italiani che vogliono acquistare un veicolo elettrico sono infatti interessati principalmente all’aspetto ambientale, al quale seguono i minori costi operativi e gli incentivi fiscali (vedi grafico a lato).

Altro elemento che emerge dall’analisi sopracitata è quello relativo alla media degli spostamenti giornalieri, i quali risultano essere di 40km, rendendo evidente che la “range anxiety” (ossia l’“ansia d’autonomia”, uno degli inibitori più forti del mercato dei veicoli elettrici) non rappresenta un vincolo concreto, bensì solo percepito.

Mettendo a confronto gli italiani con il resto d’Europa risulta che solo il 19% chiede un’autonomia di percorrenza dell’auto di 640km giornalieri, contro il 29% della media europea; si tenga conto che il 95% degli automobilisti percorre meno di 150 km al giorno, distanze tranquillamente gestibili con le auto elettriche.

Un’attenzione particolare va posta anche alla disomogeneità di incidenza a livello regionale, che evidenzia una differenza rilevante tra le % sulle grandi città e le % sulle piccole città.

La media nazionale della percentuale relativa all’immatricolazione di auto elettriche sul parco circolante complessivo italiano è 0,90%.

Ma quante auto elettriche ci sono in ogni città rispetto al parco circolante della città stessa? Vediamo il grafico.

 

 

 

 

 

 

 

 

E per abitanti quanti auto elettriche circolano?

L’incidenza nazionale di auto elettriche parametrata agli abitanti è uguale a 5,93%, mentre le province dell’Emilia Romagna hanno un’incidenza mediamente superiore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per quanto riguarda le stazioni di ricarica, il rapporto mostra come l’Emilia Romagna – pur attestandosi al 4° posto dopo Lombardia, Toscana e Piemonte – si aggiudica il primo posto in termini di crescita percentuale delle colonnine di ricarica (2018-2019) con un +93% rispetto ad una media nazionale del +68%.

GRAFICO EMILIA ROMAGNA (confronto 2018-2019 – rapporto Smart Mobility): LEADER ITALIANA PER IMMATRICOLAZIONI

IMMATRICOLAZIONI BEV + 211,7%

IMMATRICOLAZIONI PHEV +20%

Crescita media Italia = 110,8%

Scarica il report completo qui

Contattaci per ulteriori informazioni

 

E.CO, l’energia gentile

Caricando...